Cake topper matrimonio auto (Hazzard)

Cake topper matrimonio tema Hazzard

Buongiorno a tutti

vi racconto il mio cake topper Hazzard, e diciamo la verità ricostruire l’auto della famosa serie televisiva statunitense, prodotta dalla Warner Bros negli anni 80, è stata una bella ed entusiasmante prova.

Gli sposi Jessica e Stefano mi hanno contattato su facebook all’incirca verso aprile 2017 e mi hanno raccontato la loro idea, che ho subito condiviso, quindi ho realizzato in seguito, un bozzetto a matita per definire meglio il progetto e stabilire anche le dimensioni.

Stabilite le misure, ho iniziato a preparare la base in polistirolo per l’auto, ho preso un pezzo rettangolare di materiale e con un cutter ho inciso la parte del corpo auto, tenendo come riferimento per le proporzioni un’ immagine stampata da internet della vera auto.

Più o meno la larghezza si aggira intorno ai 27 cm. Ho creato gli incavi per le ruote e dopo averle realizzate ho inserito dei lunghi spiedini di legno per adattarle alla parte sottostante dell’auto. In seguito ho iniziato a ricoprire tutta la parte in polistirolo con impasto arancione, un impresa non proprio semplice, bisogna effettuarla in maniera delicata per non creare crepe in superfice.

Una volta terminato questo passaggio, inizio a dipingere i dettagli, i finestrini, le linee, i numeri, le firme, la parte frontale e le ruote. Attendo l’asciugatura.

Mi assicuro che l’auto sia completamente asciutta, facendo passare circa due settimane, per passare ad inserire i personaggi seduti sul tettuccio. Così inizio a realizzare i corpi partendo dal basso, quindi le gambe per lui e la gonna dell’abito per lei, e li adagio sull’auto incollandoli con un lieve strato di vinavil.

Successivamente inserisco i busti, spalle contro spalle, su indicazione della coppia. E poi realizzo le teste con i relativi dettagli.

A mano a mano che il topper viene formato, mi accorgo di una piccola imprecisione nella ruota e così ritocco e proseguo.

Infine dipingo i volti e sfumo le guance, creo la base e la targhetta con la data e i nomi dell’evento e una volta asciutto, il topper è pronto.

Rispondi